LA STORIA >>    CHI SIAMO >>    Home-Page >>    SCRIVICI >>


Torna alla prima pagina << Vai al precedente :: Vai al successivo >>

Mostra delle piante con frutti carnosi dei boschi livornesi

Iolanda L.
Posted on 11/01/2011 15:48:58

MOSTRA DELLE PIANTE CON FRUTTI CARNOSI DEI BOSCHI LIVORNESI


Come è ormai consuetudine il Gruppo Botanico Livornese invita la cittadinanza, in occasione della ripresa del corso di botanica, a visitare la “XVI Mostra delle piante con frutti carnosi dei boschi livornesi” che sarà aperta dal 5 al 9 Novembre presso il Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, Via Roma 234 a Livorno.
L’orario di apertura della mostra è il seguente: Sabato 5 e Domenica 6 Novembre con orario 9.00-13.00 e 15.00-19.00. I giorni 7, 8 e 9 con orario dalle 9.00 alle 13.00
Si possono prenotare guide gratuite, previo appuntamento presso la segreteria del Museo (tel. 0586/266747), per la visita della mostra da parte di scolaresche.
I soci del Gruppo Botanico Livornese guideranno i visitatori, negli spazi messi a disposizione, alla scoperta delle piante con frutti carnosi dei boschi del territorio livornese, per un totale di circa 40 specie.
La mostra, oltre alla presenza delle piante vive, vede l’esposizione di pannelli in cui vengono date informazioni sulle caratteristiche delle piante trattate, l’habitat, la zona geografica in cui vivono, la loro commestibilità, gli usi tradizionali e le proprietà medicinali.
Molte foto mostrano le piante in diversi momenti del loro ciclo vitale mettendo in evidenza alcuni particolari difficilmente visibili ad occhio nudo.
Alla mostra saranno affiancati altri due eventi di notevole interesse:
“Esposizione di illustrazioni botaniche”, opere eseguite con varie tecniche dall’autrice Dr. Silvia Battaglini del Museo di Storia Naturale e del Territorio dell’Università di Pisa;
Conferenza: “La nascita dell’Illustrazione naturalistica: da Leonardo all’Accademia dei Lincei”, Dr. Federico Tognoni, Università di Pisa il giorno 05 novembre alle ore 17 presso l’Auditorium del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo.
Il Corso di Botanica inizierà il 17 novembre alle ore 17,30 presso l’Auditorium del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, con la conferenza aperta a tutta la cittadinan.za, dal titolo: “Paesaggi rurali toscani: una escursione nello spazio e nel tempo”, relatore il Dr. Stefano Benvenuti dell’Università di Pisa



2011, ANNO INTERNAZIONALE DELLE FORESTE


Nell’ambito degli eventi per valorizzare quel patrimonio boschivo di cui l’Italia, per fortuna, è ancora provvista, l’Associazione delle Associazioni Livornesi per la Scienza e la Tecnologia (AALSciTec), che annovera tra i suoi soci sia una cospicua parte delle Associazioni culturali di volontariato che collaborano con il Museo di Storia Naturale del Mediterraneo (e presso il quale hanno sede), sia associazioni che operano sul nostro territorio (ma dispongono di sedi ubicate altrove), ha organizzato domenica 2 ottobre, unitamente al Teatro Agricolo, una giornata da trascorrere nel verde delle stupende colline dei Monti Livornesi.
Punto di ritrovo Valle Benedetta, capolinea dell’autobus n° 12 alle ore 9,15. Itinerario la strada che conduce all’Eremo della Sambuca.
Dopo circa un’ora di cammino tranquillo e improntato alla socializzazione, abbiamo fatto una breve sosta presso il “Teatro Agricolo” durante la quale l’attore Giovanni Balzaretti ha presentato agli intervenuti una piccola pièce teatrale che illustrava gli antichi mestieri degli abitanti del luogo, le loro attività quotidiane e l’attenzione che all’epoca del Granducato veniva prestata al recupero e riciclaggio delle materie prime fornite dalla vegetazione che ricopriva le nostre colline.
Dopo la pausa, con nuovo vigore, è stato ripreso il cammino e durante il percorso sono stati illustrati i vari aspetti morfologici, geologici, botanici, storici e archeologici del territorio.
Verso le ore 12,30, quando l’Eremo della Sambuca distava ancora circa un’ora di cammino, siamo tornati indietro al luogo della pausa dove era previsto di consumare il pranzo al sacco e poter degustare alcuni prodotti tipici locali.
Il programma della giornata è proseguito con alcuni interventi di esperti (Michele Montanelli, Franco Sammartino, Gianfranco Barsotti già Direttore del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, studioso del nostro territorio e autore di numerose pubblicazioni in merito) che hanno messo in luce alcuni aspetti legati a particolari periodi storici del nostro territorio, ai siti archeologici, al recupero di attività artigianali e alla possibilità di utilizzare queste risorse, che Livorno ha, come potenziale sviluppo turistico e occupazionale. In questo contesto è stato presentato da Diego Guerri, un progetto denominato “Occhi sulle colline” rivolto, come dice il titolo, ad una attenta osservazione del nostro territorio, ad una indagine collaborativa con gli abitanti locali al fine di salvaguardare questo bene enorme che la città di Livorno possiede e che talvolta è ignorato o sottovalutato anche dagli stessi cittadini. Questo progetto è scaturito da un’idea del wwf di Livorno, ne è promotrice l’associazione AALSciTec, vi hanno aderito al momento 15 associazioni culturali di volontariato ed è aperto alla collaborazione di quanti desiderano impegnarsi per valorizzare e mantenere in buona salute i nostri boschi. Il progetto si prefigge l’obiettivo di condividere e diffondere conoscenze e informazioni sul territorio delle colline livornesi fra tutti coloro che in qualche modo lo vivono, lo esplorano e lo studiano al fine di arrestarne il degrado e renderlo più fruibile alla cittadinanza; prevede inoltre la realizzazione di una piattaforma web interattiva come punto d’incontro della “comunità” del territorio, come punto di ricezione e selezione delle informazioni e come punto di partenza per la creazione di gruppi di lavoro.
L’elevato numero dei partecipanti a questo evento (oltre 50) ha superato largamente le aspettative e ci induce a prevedere altre uscite sul territorio, anche con percorsi diversi, per far conoscere la nostra iniziativa al maggior numero possibile di cittadini.
La prossima escursione avverrà, tempo meteorologico permettendo, nel mese di novembre.






Back to Top redazione@gnaducato.com art.n°-97