LA STORIA >>    CHI SIAMO >>    Home-Page >>    SCRIVICI >>


Torna alla prima pagina << Vai al precedente :: Vai al successivo >>

Raccolta di opere per il Museo di Arte Moderna

Valeria F.
Posted on 15/12/2010 13:02:10

Incontro d'arte alla Galleria LE STANZE


Venerdì 12 novembre alle ore 18.30 alla Galleria d'arte Le Stanze, in via Roma 92/a, si è tenuto l'evento Incontri d'arte, organizzato dall'associazione culturale REACT in collaborazione con Le Stanze. Per l'occasione sono state presentante al pubblico due opere di Enrico Bacci Campi di rose ed il doppio ritratto di Valentina Restivo dal titolo Amedeo e Jeanne.
L’Associazione Reac (Ricerca Esperienze Arte Contemporanea) costituita da collezionisti ed appassionati d’arte, ha come scopo principale la divulgazione dell’Arte Contemporanea e intende portare avanti questa sua funzione in vari modi e con diversi mezzi. Le opere presentate nei locali della galleria d'arte Le Stanze, sono state donate dagli artisti all'Associazione per incrementare la propria collezione. Le due opere di Bacci sono realizzate materialmente con buste usate, rifiuti di operazioni burocratiche, timbri e cera lacca, il tutto portato a nuova vita una volta sradicato dal contesto originario, mentre il doppio ritratto di Valentina Restivo vuole essere un omaggio all’arte ed all’amore che assume, in questo caso, i volti di Modigliani e di Jeanne Hébuterne in chiave iconica, per evidenziare il legame amore-odio di questo grande artista con la città.
Lo scopo che l'Associazione si prefigge è quello di donare un giorno, speriamo non troppo lontano, le opere collezionate al museo di arte contemporanea del Comune di Livorno.
Nel 1974 venne inaugurato nei locali appositamente restaurati di Villa Maria il Museo Progressivo d'Arte Contemporanea città di Livorno. Si sentiva al tempo, la necessità di realizzare una "struttura pubblica, aperta e alternativa per la diffusione dell’arte contemporanea, delineare uno spazio attivo e sperimentale per la ricerca...” per questo motivo il comune di Livorno già dal 1972 aveva iniziato acquisizioni di opere d'arte di artisti italiani di notevole fama. L’attività del nuovo museo prese avvio con la "Prima Biennale d’Arte Contemporanea di Livorno", curata da Vittorio Fagone e Lara Vinca Masini. Grazie a questa ricca e ampia rassegna inaugurale, il Comune poté acquistare, un’opera di ciascun espositore, aggiornando e arricchendo in tal modo la collezione civica, già ampiamente formatasi con le opere acquisite in occasione delle otto edizioni "Premio Modigliani – Città di Livorno". La collezione d'arte contemporanea andò così arricchendosi di opere prestigiose di artisti come: Vedova, Schifano, Manzoni, Fontana, Burri, Pomodoro, Berti, Marchegiani, Nigro e tanti altri. Putroppo però, il Museo ebbe vita breve, chiuse nel 1984 e le opere non trovarono più una sistemazione adeguata; fino ad oggi, ad eccezione di sporadiche apparizioni in pubblico per mostre, sono rimaste da allora nei depositi del Comune.
In questo senso la collezione dell’associazione REACT potrebbe costituire un nucleo volto ad integrare quella, di grande valore, ma ferma al 1975, del Comune di Livorno.
L'Amministrazione comunale ha come programma futuro la realizzazione nel quartiere della Venezia di un polo culturale Luogo Pio-Bottini dell'Olio come illustrato nella rivista Cn Comune Notizie n° 70-71 gennaio-giugno 2010, nella quale presenta alla cittadinanza il progetto per la realizzazione di ben due musei: il Museo della città che sarà allestito al piano terra dei Bottini dell'Olio ed avrà come tema la storia della città dagli arbori fino ai nostri giorni ed il nuovo Museo d'arte Contemporanea, che troverà sede in un nuovo edificio che sorgerà tra i Bottini dell'Olio e la Chiesa del Luogo Pio, quest'ultima già utilizzata ormai da tempo per installazioni e mostre di arte contemporanea.
Nel frattempo, in attesa del nuovo museo, è possibile ammirare, ma solo virtualmente, le opere della collezione d'arte contemporanea sul sito del comune: www.comune.livorno.it, mentre per avere maggiori informazioni sull'Associazione React: www.react.it



Back to Top valefalleni@alice.it art.n°-40