LA STORIA >>    CHI SIAMO >>    Home-Page >>    SCRIVICI >>


Torna alla prima pagina << Vai al precedente :: Vai al successivo >>

Teatro "Carlo Goldoni" Stagione 2009/2010

Guglielmo C.-
Posted on 12/09/2009 19:01:51


Al Teatro Goldoni, nella sala Mascagni, si è svolta la conferenza stampa per la presentazione della Stagione Teatrale 2009 – 2010. Erano presenti: il Sindaco Alessandro Cosimi, l’Assessore alla Cultura Mario Tredici ed il Presidente della Fondazione Goldoni Marco Bertini.
Il Sindaco ha spiegato che il ritardo della rituale presentazione della Stagione Teatrale è dovuta al Ministero dello spettacolo che non ha comunicato tempestivamente la cifra esatta che avrebbe elargito al Teatro Livornese. Ovviamente se ci fosse stato una riduzione della cifra, si sarebbe dovuto intervenire sulla programmazione riducendola ulteriormente.





Il Sindaco ha confermato Marco Bertini alla direzione del Teatro. Tutto lo staff del Pentagono augura un proficuo lavoro a Lui e a tutti i suoi collaboratori. A titolo personale volevo anche ringraziare anche tutto il personale che opera nella platea e nei palchi, gentilezza e professionalità da sempre contraddistinguono il loro lavoro. Nel suo intervento il Presidente Bertini ha sottolineato la difficoltà ad allestire qualunque tipo di spettacolo per la penuria di fondi di cui i teatri dispongono.
Successivamente ha preso la parola l’Assessore alla Cultura, che essendo di fresca nomina, ha espresso gratitudine al Sindaco e al Presidente complimentandosi per la sua riconferma. Ho avuto modo di visionare il cartellone che è stato presentato e, tutto sommato, lo ritengo veramente valido nei contenuti e con artisti di spessore internazionale.
La stagione non poteva aprire nel modo migliore: Filumena Martorano rappresenta quanto di meglio ha saputo esprimere il teatro Italiano del ‘900. Si racconta che dopo la prima rappresentazione, l’autore Edoardo De Filippo e gli attori furono ricevuti in Vaticano da Papa Pio XII. Quando Titina De Filippo, sorella di Edoardo lesse il monologo della Madonna il Papa trasgredì al protocollo, si alzò in piedi e fece un piccolo applauso.
Scorrendo velocemente il cartellone vediamo il musical “Poveri ma belli”, da un’idea di Piero Garinei e Guido Lombardo; musiche e liriche di Gianni Togni.
La programmazione prosegue con “La locandiera“ di Goldoni e “L’appartamento” di Dapporto – Boccoli.
Il teatro Sistina presenta “Aggiungi un posto a tavola”, credo che questo spettacolo non abbia bisogno di ulteriori presentazioni.
Sfogliando il programma, troviamo altri spettacoli importanti.
Il rituale Concerto di Capodanno apre la stagione musicale.
Gli allievi dell’istituto Pietro Mascagni eseguiranno musiche di autori russi che sono sicuro riscuoteranno notevole successo. I giovani musicisti si aprono alla città dimostrando la preparazione che i loro valenti insegnanti gli impartiscono.
L’orchestra della Toscana che come ogni anno effettua un concerto sul nostro palcoscenico.
Tutti conoscono l’importanza di questo complesso musicale conosciuto a livello internazionale.
Musiche al pianoforte vengono eseguite da solisti prestigiosi come Stefano Bollani, Vovka Ashkenazj e Francesco Libetta.
Marco Fornaciari e Alessandra Dezzi due artisti livornesi, ci fanno ascoltare un programma veramente interessante, sono artisti di chiara fama che non hanno bisogno di ulteriori presentazioni.
Questo concerto viene sponsorizzato dal Circolo Galliano Masini, sempre presente negli avvenimenti che danno lustro alla nostra città.
Gli spettacoli proseguono con solisti e complessi di prestigio. Per la lirica due opere : “Rigoletto” e “Candide”, una di repertorio e l’altra, molto valida scritta dal grande Maestro planetario Leonard Bernstein.
In chiusura spettacoli di danza ed un concerto vocale con Maria Luigia Borsi.
Voglio invitare tutti i livornesi e non, a frequentare il Teatro Goldoni, facciamo vedere che siamo vicini alla Fondazione e a tutti i suoi componenti, aiutiamoli ad operare nell’interesse del Teatro e della città.
Un sincero in bocca al lupo a tutti!
Guglielmo Ciacci





Back to Top pentagono@granducato.com art.n°-4